AGCI Alto Adige Südtirol
FACEBOOK    YOUTUBE
 
Per accedere all' area riservata è neccessario essere iscritti ed aver effettuato il login.
Se non sei ancora iscritto, registrati qui...


 
CERTIQUALITY

FIRMATO ACCORDO FONDO DI SOLIDARIETA'

FIRMATO ACCORDO FONDO DI SOLIDARIETA'

27/04/2016 | FIRMATO ACCORDO FONDO DI SOLIDARIETA'

I partner sociali hanno sottoscritto un accordo integrativo del Fondo di solidarietà che assicura la prestazione minima

 

Tutti i lavoratori che hanno un contratto di lavoro subordinato da almeno 90 giorni, anche coloro che hanno un contratto di apprendistato, in futuro potranno usufruire della prestazione minima prevista dal Fondo di solidarietà bilaterale provinciale.

Questo il risultato più significativo dell'incontro odierno dei partner sociali nel corso del quale è stato sottoscritto il relativo accordo integrativo che fissa le condizioni per poter ricevere la prestazione minima prevista dal Fondo di solidarietà bilaterale provinciale.

Nel corso della seduta, alla quale ha preso parte l'assessora provinciale al lavoro, Martha Stocker, è stato anche elaborato un piano di finanziamento del Fondo che tiene conto del fabbisogno previsto per i prossimi otto anni di attività. L'accordo ed il piano saranno trasmessi al Ministero del lavoro e delle politiche sociali ed al Ministero dell'economia e delle finanze. Di seguito il Fondo di solidarietà bilaterale provinciale sarà confermato con un decreto ministeriale e potrà avviare la propria attività.

Con il nuovo Fondo di solidarietà saranno sostenuti i lavoratori la cui attività lavorativa è stata ridotta, che hanno perso il posto di lavoro o sono in aziende in crisi.

Il Fondo prevede, tra l'altro, versamenti straordinari a sostegno del reddito nel caso di uscita del lavoratore dall'attività produttiva, o per dipendenti che entro cinque anni avranno i requisiti per il collocamento in pensione o vengono pre-pensionati. Il Fondo contribuirà, inoltre, al finanziamento di programmi per l'aggiornamento professionale o il riorientamento produttivo dei lavoratori.

"In questo modo saremo in grado di far fronte in maniera più efficace ed adeguata alle esigenze del mercato del lavoro e degli occupati locali rispetto ad un Fondo gestito a livello nazionale" ha sottolineato al termine della seduta l'assessora provinciale al lavoro, Martha Stocker, mettendo in rilievo oltre all'aspetto sociale anche l'importanza del Fondo sotto il profilo della politica autonomistica.

Il primo passo per la creazione del Fondo di solidarietà bilaterale provinciale è stato realizzato il 15 dicembre scorso quando i rappresentanti dei sindacati e delle associazioni imprenditoriali hanno sottoscritto, con il sostegno della Ripartizione lavoro, l'accordo provinciale per la sua costituzione.

Il Fondo di solidarietà bilaterale provinciale sarà gestito a livello locale e sarà insediato presso l'INPS di Bolzano.

Aderiscono al Fondo tutti i datori di lavoro privati con più di cinque dipendenti ed il tasso di contribuzione al Fondo è stato fissato allo 0,45% calcolato sulla base dei contributi sociali. Due terzi degli oneri sono a carico degli imprenditori, un terzo a carico dei lavoratori. Per le imprese con meno di cinque dipendenti l'iscrizione al Fondo è facoltativa.